Relazioni di amore e di amicizia di Mariposa

Raccontateci la vostra storia

Relazioni di amore e di amicizia di Mariposa. In questa pagina sono visualizzate tutte le relazioni che Mariposa ha instaurato su Tra Donne. In questo spazio, creato per le vostre testimonianze, potere votare la relazione utilizzando le icone poste alla fine della storia: (cliccando su questa icona viene aggiunto un voto alla relazione) e (cliccando su questa icona viene tolto un voto alla relazione). Per dare voce alle vostre testimonianze andate nel profilo dell'utente che avete conosciuto grazie a Tra Donne, cliccate su "Aggiungi Relazione" e scrivete la vostra storia. Le vostre relazioni di amore e di amicizia prima di essere visibili in quest'area, devono essere approvate dalla Redazione!


Amore tra Mariposa e kate62, tramite Annunci donne
La storia..
20
Era una tiepida mattina di marzo...
Da tempo passavo le mie giornate fra lacrime, rimpianti, attacchi di ansia più o meno controllabili...
Mi sentivo svuotata, morta dentro...
Quel mattino non avevo voglia di alzarmi...
Entrai nel forum anche quella volta... Ormai questo forum era diventato la mia unica, vera valvola di sfogo e la mia fonte di speranze e di gratificazioni...
Mi sentivo terribilmente sola, anche se circondata da parenti ed amici...
Non so cosa mi portò ad entrare nell'aria degli annunci personali (lo faccio raramente...)!
Una serie di annunci "sfarzosi", un "trionfo" di belle parole, di propositi e di frasi mozzafiato, ad effetto...
Perplessa come al solito, sorrisi. Ero pronta a scollegarmi, quando mi saltò agli occhi il tuo, di annuncio: breve, sintetico, di una semplicità disarmante...
Mi colpì proprio per la sua originalità, per il fatto che fosse così spontaneo, privo di volontà di stupire, di far colpo...
E proprio in quel momento afferrai la tua essenza, la chiave del tuo essere, del tuo cuore...
Mi scollegai dal forum e non pensai più a quell'annuncio...
Ma, durante il giorno, mi tornavano costantemente alla mente le tue parole, così piccole, così poco appariscenti... Proprio come sei tu, fiore delicato e tenue...
Quasi senza accorgermene mi trovai a scriverti un messaggio privato e a farti i complimenti per quella semplicità, cosa assai rara in mezzo a tanta gente che ha voglia di esibizionismo e di far breccia...
La tua risposta non tardò a mancare e, anche in quel caso, le tue parole furono molto ponderate, misurate, pacate...
Rimasi un pizzico delusa...
Io ti risposi subito, tu tardasti, però...
Pensai di averti in qualche modo offesa e, anche se ancora non mi sentivo presa da te, com'è nel mio carattere, ti inviai una email per sincerarmi che andasse tutto bene e che non ti fossi in qualche modo risentita...
Tu, allora, rispondesti e mi raccontasti ciò che ti turbava...
E da lì iniziammo uno scambio di email, prima più sporadico, poi sempre più fitto, poi giornaliero... Dapprima gradevole, poi irrinunciabile...
E poi quegli scritti che ci scambiavamo: i nostri racconti, quasi tacite dichiarazioni d'amore, in punta di piedi, anzi, di dita, dato che digitavamo al computer, eheheh!
E poi il telefono... Quelle lunghe conversazioni, in cui sentivo di poter essere me stessa... Quei tuoi silenzi così densi, quelli sono stati galeotti, quelli hanno stregato il mio cuore...
I silenzi in cui mi abbracciavi e mi avvolgevi, in cui mi facevi sentire la tua presenza, in cui mi colmavi di attenzioni, anche da lontano...
E con quei silenzi mi trafiggi tuttora...
Tu che, dopo il nostro primo incontro, capisti che, per me, non "era cosa"... Io ancora così frastornata e presa da lei, da quella donna di cui continuavo a parlarti...
Io che ti dissi chiaramente che non ci saremmo più potute rivedere, perché non mi si era "mosso dentro quel qualcosa"...
Tu che, con pazienza, sempre con quei silenzi, hai atteso, donandomi la cosa più importante: la lentezza di un'accoglienza che non chiede nulla, ma che dona discrezione, comprensione, empatica solidarietà, amore inconedizionato, anche rischiando di non avere nulla in cambio...
E ora, dopo quasi due anni, tu sei qui accanto a me, anzi, io sono qui, a casa tua, nostra, io che sognavo un amore immediato e totalizzante, bruciante, un colpo di fulmine...
E invece ho scoperto, grazie a te, la gioia di innamorarsi piano piano, al tiepido sole di giorni trascorsi conoscendoci e scoprendoci piano piano...
Tu che mi hai insegnato cosa significhino, concretamente, parole quali affidabilità, concretezza, disponibilità, altruismo, ponderatezza, pacatezza...
Grazie, amore mio!

1
Assistenza Servizi Portale

Assistenza